Percorsi storici > Omosessuali sotto il nazismo
Libri, siti e altro
 Bibliografia breve  Sitografia  Bibliografia  Fonti e archivi  Filmografia   

MOSSE George L., Sessualità e nazionalismo. Mentalità borghese e rispettabilità, ed. it., Roma-Bari, Laterza 1996 (ed. or. 1982; prima ed. it. 1984), pp. V-255.
Uno dei principali studi sul legame tra nazionalismo, stereotipi sessuali e repressione della diversità.

MOSSE George L., L’immagine dell’uomo. Lo stereotipo maschile nell’epoca moderna, ed. it., Torino, Einaudi 1997 (ed. or. 1996), pp. VII-265.
Fondamentale saggio sul modello culturale che tuttora domina la percezione dell’ideale sessuale maschile virile e forte.

BURGIO Alberto (a cura di), Nel nome della razza. Il razzismo nella storia d’Italia 1870-1945, Bologna, il Mulino, 1999, pp. 565.
In particolare i saggi di Petrosino Dario, Come si costruisce uno stereotipo. La rappresentazione degli omosessuali nell’"Italiano" di Leo Longanesi (1926-1929), pp. 503-514.

DALL’ORTO Giovanni, Il paradosso del razzismo fascista verso l’omosessualità, pp. 515-528.
Accurata sintesi storiografica sulla situazione degli omosessuali nell’Italia fascista, attraverso l’analisi di una importante rivista (Petrosino) e della politica del regime in tale campo (Dall’Orto).

CONSOLI Massimo, Homocaust. Il nazismo e la persecuzione degli omosessuali, Milano, Kaos Edizioni, 1991, pp. 290.
Unico testo complessivo italiano, corredato di alcuni documenti, sulla persecuzione omosessuale sotto il nazismo. Divulgativo, si basa su fonti indirette.

Circolo Pink (a cura di), Le ragioni di un silenzio. La persecuzione degli omosessuali durante il nazifascismo, Verona, ombre corte, 2002, pp. 156.
Raccolta degli atti di un convegno svoltosi a Verona nel 1999 e integrato con scritti sul tema. Include testimonianze di sopravvissuti, il ritardo con cui le vittime omosessuali sono riconosciute, la situazione degli omosessuali in Italia sotto il fascismo.

HEGER Heinz (pseudonomo di Josef Kohout), Gli uomini con il triangolo rosa. La testimonianza di un omosessuale deportato in campo di concentramento dal 1939 al 1945, ed. it., Torino-Milano, Sonda, 1991 (ed. or. 1972), pp. 188.
Solo di recente è stato individuato il vero autore di questa testimonianza, un austriaco che nel testo tace la propria identità nel raccontare la persecuzione di un omosessuale sotto il nazismo - la narrazione si è poi rivelata autobiografica.

BERENBAUM Michael (a cura di), A Mosaic of Victims. Non-Jews Persecuted and Murdered by the Nazis, London-New York, I. B. Tauris & Co Ltd, 1990, pp. V-244.
In particolare il saggio di Lautmann Rüdiger, Gay Prisoners in Concentration Camps as Compared with Jehovah’s Witnesses and Political Prisoners, pp. 200-206. Importante per il tentativo di inserire gli studi sulla persecuzione degli omosessuali da parte del nazismo all’interno della Shoah.

PLANT Richard, The Pink Triangle: The Nazi War Against Homosexuals, New York, Henry Holt & Co., 1986.
Testo fondamentale sull’argomento, più per l’omosessualità maschile che per quella femminile.



  Torna indietro